Gioco virtuale si trasforma in aggressione reale

TORONTO – Una iniziativa partita via internet e che doveva essere un semplice gioco tra adolescenti ‘ sfociata in Canada in episodi di bullismo vero e proprio che hanno portato le autorita’ scolastiche ad intervenire preoccupate. In diverse scuole infatti ‘ diventata una moda tra i ragazzi partecipare su Facebook al cosiddetto ‘Kick-a-Ginger National Day’, (letteralmente ‘la giornata nazionale dedicata a picchiare un ragazzo coi capelli rossi’), un appuntamento del tutto virtuale inventato da un utente di Facebook della provincia del British Columbia.

Ma ieri, quando secondo il gioco ricorreva il ‘national day’ virtuale, sono stati a decine nelle scuole del Canada i ragazzi coi capelli rossi presi a calci e a pugni. Alcuni in modo cosi’ grave che oggi non hanno potuto andare a scuola per le percosse subite. In molte scuole – riferiscono i media canadesi – sono stati presi provvedimenti e molti studenti sono stati sospesi.