Ios7 la perdita del buon gusto

Siamo giunti al punto che anche Apple dopo la prematuta dipartita del suo fondatore e la mancanza del suo grandissimo carisma inizia a confondere il bello con l’osceno, in preda ad una follia autodistruttiva ieri abbiamo aggiornato i vari dispositivi Apple in nostro possesso, ed il risultato finale é stato disastroso.

Apple sta’ velocemente seguendo la scia di Microsoft con Windows 8 purtroppo negli ultimi anni Apple si sta’ crogiolando nel nulla sono ormai almeno 3 versioni di Iphone che nella realtà di utilizzo non cambia nulla, tranne i vari slogan ormai obsoleti anche loro l’attuale slogan dovrebbe recitare “il peggior Iphone di sempre”, ma torniamo a Ios7 ci sono molte cose interessanti e buone, ma il peccato peggiore è l’incoerenza grafica dell’interfaccia. Flat e minimal non significa brutto e mal disegnato. Al contrario richiede molto controllo grafico e cura del dettaglio che qui é sicuramente assente.
L’home screen è terribile. Troppe icone stile hello-kitty, che sembrano disegnate da uno stagista senza esperienza e supervisione.
La tastiera del telefono con i tasti tondi appena accennati su fondo bianco in modo da essere invisibili ai piu’é praticamente un’affonto al buon gusto, la tastiera dei messaggi é fatta esclusivamente per coloro che hanno 10 decimi di vista in caso contrario l’utilizzo prolungato é pressoché impossibile.

Nulla sul fronte CMS, niente disattivazione delle app native inutilizzate, niente personalizzazione, nessun adeguamento contemporaneo per mail, nessuna ottimizzazione della fotocamera hanno aggiunto la maschera per far foto quadrate orribile ed inutile, gestione immagini sostanzialmente invariata, gestione bookmarks ridicola esattamente come prima, niente editor di testo avanzato per le note, niente sub-tasks per i promemoria, nessun gestore per le TAG, nulla nemmeno sull’introduzione di uno sniper per l’app store.

Da non dimenticare poi i bug di iOS 7 che affliggono iPad Mini, iPad 4 e iPad 3 continuano imperterriti ad infastidire i possessori, che non sanno più cosa fare.

Tra i tre modelli sopra menzionati, quello più tartassato dai difetti sembra essere proprio il piccolino di casa. Il dispositivo non è più fluido come prima, la tastiera si impunta nella digitazione, la batteria collassa, ed alcune applicazioni hanno cessato di funzionare (iMessage e FaceTime) o sono addirittura scomparse (AirPlay).

Nel complesso l’esperienza di utilizzo risulta sensibilmente meno fluida che con iOS 6. Tutto ciò invita ad attendere che Apple rilasci il primo o il secondo aggiornamento di iOS 7, in generale l’interfaccia sembra aver malamente scoppiazzato da Android e Windows Phone, a livello grafico non vi é nulla di innovativo ma solo un’insieme di cattivo gusto, Apple a sicuramente preso la via del declino e neppure i piu’ affezionati riusciranno a fermarla, la cosa interessante é che Apple negli anni é gia’ passata dalle stelle alle stalle, ma probabilmente vi é stato un reset della memoria.