Dyson DC 33 – Prova e pareri

Dopo anni di indecisioni, finalmente ci decidiamo a cambiare il caro vecchio aspirapolvere con il sacco un Hoover ormai datato con uno nuovissimo senza il famigerato sacco, dopo attenta analisi e ricerche sul web decidiamo di prendere un Dyson DC 33 Home & Car certi di una scelta dysonperfetta per le nostre esigenze, unico neo questo aspirapolvere costa veramente un botto, oltre 500.- ma certi del nostro acquisto procediamo.

La confezione si presenta come un enorme scatola dal peso di circa 10 kg, arrivati a casa entusiasti del nostro acquisto procediamo all’apertura della scatola, al suo interno troviamo, la spazzola per il parquet, la spazzola universale, una mini turbina, ed alcuni accessori per la polvere negli angoli, da subito restiamo stupiti per l’uso smodato di “Plastichine” al primo tocco il Dyson da tutto tranne l’idea di essere un prodotto di fascia alta, ma certamente é solo una nostra impressione e non da ultimo nasce il problema di dove riporlo al termine dell’utlizzo, é davvero molto ingombrante se poi si inserisce la spazzola nell’apposito sostegno allora diventa veramente immenso.

IMG_20160117_102856Mettiamo la spazzola e proviamo il nostro nuovo aspirapolvere, nell’immediato sembra che la spazzola sia pesante e dopo averla pesata in effetti é molto piu’ pesante di quella precedente, l’impugnatura a mio avviso é scomoda e da l’idea di rompersi non appena viene fatta un po’ di pressione sul tubo, in effetti dopo varie prove trovo estremamente piu’ comodo tenere l’aspirapolvere dietro l’impugnatura e non sopra, ma questo ovviamente é dovuto solo ad una sensazione personale.

Inizia l’aspirazione il rumore é come tutti gli altri aspirapolveri se non leggermente superiore e l’apirazione é buona ma non eccezionale come viene detto su molti forum, il mio vecchio Hoover una volta ben pulito si difendeva alla grande in quanto ad aspirazione.

IMG_20160116_084830Dopo aver dato un aspirata andiamo a svuotare il contenitore della polvere, non é un’oprazione cosi’ pulita come pensavamo, anzi aprendo “con fatica” il barilotto la polvere va un po’ da tutte le parti e pur facendo attenzione ed inserendo il barilotto in un sacco non restiamo molto soddisfatti non riuscendo a vedere cosa stiamo facendo, anche in questo frangente la parte tonda del barilotto ci sembra davvero plastichina e cerchiamo di comprendere il motivo del prezzo esorbitante di questo apparecchio.IMG_20160116_082318

Da subito vediamo che all’interno del barilotto resta una buona dose di sporcizia leggendo le istruzioni, tra l’altro per nulla chiare, comprendiamo che non é possibile o almeno sembra sconsigliato lavare i Cicloni, stacchiamo la parte trasparente dai cicloni e cerchiamo di pulirla, sulla confezione viene specificato molte volte di lavare il filtro centrale con acqua fredda una volta al mese, ma avendo solo due giorni d’uso alle sue spalle evitiamo di lavarlo.

Una volta smontata la parte trasparente e lavata per benino sotto l’acqua ci chiediamo come poteIMG_20160116_082336r lavare la parte con i famosi Cicloni che come si puo’ vedere nella foto resta veramente sporchissima, non trovando una soluzione valida per prima cosa proviamo ad agitare il blocco sopra il lavandino, pessima idea và polvere ovunque, a questo punto preferiamo andare in laboratorio dove abbiamo un bel compressore e diamo una bella soffiata a tutto il blocco dei Cicloni, et voilà gran polverone ma finalmente il blocco torna ad essere pulito.IMG_20160116_082354

In conclusione non abbiamo trovato particolare piacere nell’uso di questo apparecchio, non riusciamo a cogliere per quale motivo sia cosi’ blasonato, anche il sistema per trascinarlo é abbastanza particolare, nello specifico faceva parecchia fatica a salire tra un tappeto e l’altro ed alla fine si é anche capovolto un paio di volte, abbiamo risolto il problema in modo abbastanza drastico pur con estremo dispiacere, un annuncio su un sito di annunci ad un prezzo vantaggioso e il Dyson ha lasciato per sempre la nostra dimora, per non tornarci piu’.

Dopo questa prova, pensiamo che alla fine dei conti il vecchio aspirapolvere tradizionale con il sacco sia ancora la scelta migliore, é vero c’e’ il prezzo del sacco ma alla fine se paragonato al prezzo del Dyson con la differenza comperiamo sacchi per alcuni anni, ma una volta cambiato sacco e filtro il nostro amato aspirapolvere resta pulito ed inoltre togliere il sacco non genera fuoriuscite di polvere come da quelli senza sacco.  A nostro Avviso Sacco 1 – senza sacco 0

 

Un pensiero riguardo “Dyson DC 33 – Prova e pareri

  • gennaio 1, 2017 in 11:09 am
    Permalink

    Confermo che ho riscontrato gli stessi problemi nello svuotare la polvere con il dyson e che non riesco a capacitarmi come questo sia così apprezzato da tutti, oltre ai forum mi era stato consigliato anche da amiche… per svuotarlo bisogna mettersi all esterno con una mascherina anti polvere, è un vero disastro e si riempie subito!!
    Io ero abituata al rainbow, quello con l’acqua… vorrei tornare indietro anche io ma costa ancora più del dyson!!
    Sono infatti capitata su questo articolo perché volevo capire se avevo problemi io oppureavesse un difetto la mia aspirapolvere oppure se era veramente così scomodo!!

I commenti sono chiusi